it-ITen-GB

Classificazione, etichettatura e imballaggio di sostanze e miscele

E' stato pubblicato in G.U. 14 marzo 2016, n. 61, il D.Lgs. 15 febbraio 2016, n. 39 (di seguito DLgs) di attuazione della direttiva 2014/27/UE in materia di classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele.

Il DLgs scaturisce dalla necessità di adeguamento dell’ordinamento nazionale al contesto comunitario in materia di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori dai rischi derivanti dall’esposizione ad agenti chimici sul luogo di lavoro, mutato a seguito dell’adozione del Regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP).

  Read More...

Vibrazioni meccaniche - Misurazione e valutazione dell'esposizione dell'uomo alle vibrazioni trasmesse alla mano

Parte 2: Guida pratica per la misurazione al posto di lavoro
La norma è stata aggiornata nei riferimenti normativi

La norma fornisce una guida alla misurazione e alla valutazione delle vibrazioni trasmesse alla mano sul posto di lavoro in conformità alla UNI EN ISO 5349-1.
La norma descrive le precauzioni da prendere per effettuare misurazioni rappresentative delle vibrazioni e per determinare l'esposizione giornaliera a ciascuna operazione per calcolare il valore complessivo di vibrazione riferita a un periodo di 8 h secondo il principio dell'uguale energia (esposizione giornaliera alla vibrazione).

  

Relazione di riferimento per impianti di combustione a gas naturale

Attraverso un Comunicato del Ministero dell’Ambiente, pubblicato in G.U. n. 4 del 13 ottobre 2015, è stata resa nota l’emanazione del Decreto Ministeriale 17 luglio 2015 che introduce modifiche al Decreto Ministeriale 13 novembre 2014, n. 272 recante modalità per la redazione della relazione di riferimento.

  

Nuova semplificazione nella sicurezza del lavoro 

D.Lgs. 151 del 14/09/2015 - Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunita', in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183

Il decreto introduce in particolare modifiche al D.Lgs. 81/08 e al D.P.R. 1124/1965.

Introdotte modifiche riguardo al campo di applicazione del D.Lgs. 81/08, sanzioni, valutazione dei rischi, denunce infortuni, registro infortuni.

  

Ammissibilità dei rifiuti in discarica

D.M. del 24/06/2015 - Modifica al decreto 27 settembre 2010, relativo alla definizione dei criteri di ammissibilità dei rifiuti in discarica
E’ stato pubblicato in G.U. n. 222 del 11 settembre 2015, il decreto del Ministero dell’Ambiente 24 giugno 2015, che modifica il DM 27 settembre 2010, relativo ai criteri e alle procedure di ammissibilità dei rifiuti in discarica.
Le modifiche si sono rese necessarie anche a seguito dell’emanazione del Regolamento (UE) n. 1357/2014 relativo alle nuove caratteristiche di pericolo dei rifiuti.

  

Rifiuti ed emissioni industriali

 
E' stato pubblicato in G.U. 3 settembre 2015, n. 204 il Comunicato del Ministero della Giustizia che comunica la mancata conversione del decreto-legge 4 luglio 2015, n. 92, recante: «Misure urgenti in materia di rifiuti e di autorizzazione integrata ambientale, nonché per l'esercizio dell'attività d'impresa di stabilimenti industriali di interesse strategico nazionale».
  

Nuovo servizio ICARO

Verifica inventario aziendale delle sostanze e miscele pericolose, per la definizione dei nuovi obblighi normativi.

  Read More...

Nuovo Codice di prevenzione incendi

E' stato pubblicato in S.O. alla G.U. 20 agosto 2015, n. 192  il Decreto del Ministero dell’Interno 3 agosto 2015 (nuovo Codice di prevenzione incendi) che contiene le Norme tecniche di prevenzione incendi ed è finalizzato alla semplificazione e razionalizzazione dell’attuale impianto normativo vigente in materia di prevenzione degli incendi. Il provvedimento adotta un nuovo approccio ingegneristico-prestazionale più aderente al progresso tecnologico e agli standard internazionali.

  

Attrezzature e accessori per GPL - Considerazioni ambientali per le norme del CEN/TC 286

La tutela dell'ambiente deve essere considerata durante il ciclo di vita totale di un particolare prodotto come, per esempio, l’impatto sull'ambiente, comprese l’energia consumata durante tutte le fasi del suo ciclo di vita, dall'estrazione delle materie prime, della produzione, collaudo, imballaggio, distribuzione, manutenzione e utilizzo, fino allo smaltimento e riciclo dei materiali.

  

Legge europea 2014

E' stata pubblicata in G.U. 3 agosto 2015, n. 178 la Legge 29 luglio 2015, n. 115 che introduce disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea.
  

Emission trading

E' stato pubblicato in G.U. 22 luglio 2015, n. 168, il D.Lgs. 2 luglio 2015, n. 111 che introduce disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 13 marzo 2013, n. 30 (Emission trading).

  

D.M. del 26/06/2015 - Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici

 

E' stato pubblicato in G.U. 15 luglio 2015, n. 162 il Decreto del Ministero dello Sviluppo economico 26 giugno 2015 che approva le Linee guida nazionali per l’attestazione della prestazione energetica degli edifici al fine di favorirne l’applicazione omogenea e coordinata.

  

D.M. del 18/06/2015 - Mantenimento in servizio delle attrezzature a pressione trasportabili costruite ed approvate secondo il decreto 12 settembre 1925 e successive serie di norme integrative in alternativa alle modalità ivi previste

E' stato pubblicato in G.U. 11 luglio 2015, n. 159 il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 18 giugno 2015 che si applica al mantenimento in servizio delle attrezzature a pressione trasportabili costruite e approvate secondo il D.M. 12 settembre 1925.

  

Adozione del modello semplificato e unificato per la richiesta di autorizzazione unica ambientale AU

È stato pubblicato nel supplemento Ordinario n. 35 della G.U. n.149 del 30-6-2015 il Decreto 8 maggio 2015. Con esso viene adottato il modello semplificato e unificato per la richiesta di autorizzazione unica ambientale (AUA) riportato in allegato al DPCM e che costituisce parte integrante del decreto stesso.

  

Nuova "Seveso III"

DECRETO LEGISLATIVO 26 giugno 2015, n. 105
Attuazione della direttiva 2012/18/UE relativa al controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose.

E' stato pubblicato in Supplemento Ordinario n. 38  alla G.U. 14 luglio 2015, n. 161 il D.Lgs. 105 del 26 giugno 2015 (di seguito “decreto”), attuazione della direttiva 2012/18/UE  relativa al controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi a sostanze pericolose  (nuova Seveso III).

Il decreto disciplina disposizioni finalizzate a prevenire incidenti rilevanti connessi a determinate sostanze pericolose. A partire dalla data di entrata in vigore del nuovo decreto (<b>29 luglio 2015</b>)  sono abrogati il D.Lgs. 334/1999 e i relativi decreti attuativi.
La nuova disciplina si è resa necessaria anche in relazione alle variazioni in merito ai criteri di classificazione, imballaggio e etichettatura delle sostanze e  preparati pericolosi.

  Read More...

Page 1 of 2First   Previous   [1]  2  Next   Last   

 
  Partners: