it-ITen-GB

FORMAZIONE

Area

FORMAZIONE

Argomento

FO2

Certificazione Resp./Add. SPP-B

Titolo corso

Modulo B - Macrosettore ATECO 5: formazione tecnica specifica per RSPP ed ASPP

Contesto di riferimento

Il Decreto legislativo 195/2003 definisce i nuovi requisiti per la qualifica di due figure professionali, già previste dall’art. 32 del Decreto legislativo 81/2008, il Responsabile dei Servizi di Protezione e Prevenzione interni o esterni (RSPP) e l'Addetto ai Servizi di prevenzione e protezione interni o esterni (ASPP):

1. il possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore;

2. il possesso di un attestato di frequenza, con verifica dell'apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative.

Dall'accordo Stato-Regioni del 26/01/06 sono stati stabiliti 3 livelli di formazione:

Modulo A Formazione di base per entrambe le figure professionali (RSPP e ASPP) della durata di 28 ore.

Modulo B Formazione tecnica specifica per entrambe le figure professionali, per macro settore di riferimento ed adeguato alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative, della durata variabile da 12 a 68 ore.

Modulo C Formazione Gestionale-Relazionale obbligatorio per tutti gli RSPP su prevenzione e protezione dei rischi (anche di natura ergonomica e psico-sociale), organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative, tecniche di comunicazione in azienda e relazioni sindacali, della durata di 24 ore.

ICARO e PEGASO, società che da anni operano nel campo della formazione in materia di salute e sicurezza dei lavoratori, in partnership con l'Università degli studi di Firenze, stanno effettuando questi corsi di qualificazione, in conformità ai criteri riportati nel decreto e nell'accordo fra Stato-Regioni sancito il 26/01/06.

Modulo B: Formazione tecnica specifica per Responsabili ed Addetti - Classificazione ATECO, Macrosettore 5 , Raffinerie - Trattamento combustibili nucleari, Industria chimica, Fibre, Gomma, Plastica.

Questo modulo si articola tenendo conto dell'analogia dei rischi presenti nei vari comparti in base alla classificazione dei settori ATECO. L'RSPP e l' ASPP formati per un macro-settore possono esercitare le rispettive funzioni all'interno dello stesso. In caso di nomina in azienda di altro macro-settore, dovrà essere effettuata esclusivamente la relativa formazione specifica.

Destinatari

Il corso è destinato a coloro che intendono svolgere funzioni di RSPP e ASPP sia internamente alla propria Azienda sia in qualità di liberi professionisti.

Obiettivi

  • Acquisire conoscenze relative ai fattori di rischio e alle misure di prevenzione e protezione presenti negli specifici comparti.
  • Acquisire capacità di analisi per individuare i pericoli e quantificare i rischi presenti negli ambienti di lavoro del comparto.
  • Essere in grado di contribuire alla individuazione di adeguate soluzioni tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza per ogni tipologia di rischio.
  • Contribuire ad individuare per le diverse lavorazioni del comparto i DPI idonei.
  • Contribuire ad individuare i fattori di rischio per i quali è prevista la sorveglianza sanitaria.

Contenuti

  • Rischi legati alla presenza di cancerogeni o mutageni;
  • Rischi chimici;
  • Rischi biologici;
  • Rischi fisici;
  • Rischi legati alla organizzazione del lavoro;
  • Rischio infortuni;
  • Rischio esplosioni;
  • Sicurezza antincendio;
  • Gestione emergenze;
  • Dispositivi protezione individuale – DPI.

Il corso prevede sessioni applicative in gruppi di lavoro. Sono previste verifiche intermedie oltre ad una valutazione finale di apprendimento del modulo.

Docenti

Il corso sarà gestito da personale Icaro e Pegaso con comprovata e pluriennale esperienza nelle materie oggetto del programma. Saranno presenti Relatori esterni provenienti da Enti ed Istituzioni di primario livello e di rilevanza nazionale.

Sede

Centro Sant’Agostino, Via Guelfa 40 Cortona (AR).

Il corso può essere tenuto anche presso la committente.

Durata

Il corso ha una durata di 68 ore di lezione articolate in sessioni.

Metodologie didattiche

In relazione agli obiettivi da raggiungere, verranno privilegiate le metodologie “attive”, che comportano una centralità del discente nel percorso di apprendimento. Le lezioni saranno pertanto realizzate in modo da:

  • garantire un equilibrio tra lezioni frontali, esercitazioni in aula e relative discussioni, nonché lavori di gruppo nel rispetto del monte ore complessivo prefissato per ogni modulo;
  • favorire metodologie di apprendimento basate sul problem solving applicate a simulazioni e problemi specifici, con particolare attenzione ai processi di valutazione e comunicazione legati alla prevenzione.

Certificazione: In relazione ai contenuti dei moduli, verranno svolte opportune e specifiche valutazioni degli apprendimenti che si articoleranno in verifiche intermedie, verifiche finali, colloquio e/o test. L'esito positivo delle verifiche finali di ogni modulo, unitamente ad una presenza di almeno il 90% del monte ore, consente il rilascio dell’attestato di frequenza con certificazione di apprendimento rilasciata dall’Università di Firenze dipartimento di Medicina del Lavoro. La frequenza a questo modulo costituisce Credito Formativo con validità quinquennale.

Note

Requisito per la partecipazione al corso è l’attestazione della partecipazione e dell’idoneità per il Modulo A.