it-ITen-GB

VALUTAZIONE DEGLI EFFETTI SULL’AMBIENTE

    

Area

STUDI AMBIENTALI

Argomento

SA1

VALUTAZIONE EMISSIONI ODORIGENE

Titolo corso

Metodologie e modelli per lo studio e il monitoraggio dell'impatto di emissioni odorigene da sorgenti industriali.

Contesto di riferimento

Il crescente interesse verso la qualità dell’ambiente ha portato a riconoscere gli odori molesti come veri e propri inquinanti atmosferici, in relazione al loro impatto potenzialmente negativo sulla popolazione esposta e più in generale sull’ambiente, soprattutto in quelle aree dove la crescente urbanizzazione ha determinato un avvicinamento delle periferie cittadine alle preesistenti zone industriali.

Il Legislatore ha posto maggiore attenzione tanto da considerare la tematica degli odori nella definizione di “inquinamento atmosferico” (art. 268, comma 2 del D.Lgs. 152). Anche a livello regionale sono state emesse normative specifiche volte ad introdurre iter autorizzativi nell’ambito della prevenzione dell’inquinamento atmosferico. Più recentemente si osserva un crescendo di prescrizioni delle Autorità nei confronti degli impianti soggetti alle Autorizzazioni Integrate Ambientali (AIA), con l’obiettivo di contenere le emissioni di sostanze odorigene.

Pur nella soggettività della percezione degli odori, ovvero ciò che può essere percepito tramite il senso dell’olfatto, nel tempo sono stati sviluppate alcune metodologie quantitative volte a caratterizzare le sorgenti odorigene, le quali consentono di approcciare la problematica in modo razionale e condiviso, al fine di progettare strategie efficaci di mitigazione.

Il presente corso è strutturato in maniera da fornire le conoscenze e gli strumenti di base per un approccio quantitativo e razionale alla problematica relativa alla emissione di sostanze odorigene, allo scopo di definire strategie efficaci di contenimento e riduzione dell’impatto nel territorio circostante lo stabilimento.

Destinatari

Consulenti e responsabili aziendali HSE.

Obiettivi

  • Fornire un inquadramento tecnico e normativo relativi alla problematica delle emissioni di sostanze odorigene.
  • Presentare i metodi per la caratterizzazione delle sorgenti.
  • Illustrare l’utilizzo di modelli per la determinazione delle modalità di dispersione in atmosfera delle sostanze odorigene.
  • Presentare una rassegna delle tecnologie disponibili per il contenimento delle emissioni di sostanze odorigene.

Contenuti

  • Normativa di riferimento nazionale e regionale, linee guida IPPC, disposizioni da AIA, i poteri dei sindaci, sanzioni.
  • Tipologie di sostanze odorigene, unità odorigene, soglie di percettibilità - Fonti di dati.
  • Individuazione delle tipologie delle sorgenti emissive in un ciclo produttivo.
  • Metodologie di caratterizzazione delle sorgenti - Campionamenti, analisi chimiche, analisi olfattometriche.
  • Utilizzo di modelli di simulazione per individuare l'area interessata dalle ricadute a terra delle emissioni odorigene - Esempi.
  • Metodologie di monitoraggio delle concentrazioni di sostanze odorigene nell'ambiente esterno – Stima dell’impatto.
  • Utilizzo dei risultati per la valutazione del disturbo da emissioni odorigene.
  • Sistemi di captazione, convogliamento ed abbattimento delle emissioni di sostanze odorigene.
  • Sistemi di monitoraggio e analisi delle emissioni.
  • Studio di un caso pratico - discussione

Docenti

Il corso sarà gestito da personale Icaro e Pegaso con comprovata e pluriennale esperienza nelle materie oggetto del programma. Saranno presenti Relatori esterni provenienti da Enti ed Istituzioni di primario livello e di rilevanza nazionale.

Sede

Centro Sant’Agostino, Via Guelfa 40 Cortona (AR).

Il corso può essere tenuto anche presso la committente.

Durata

12 ore.

Metodologie didattiche

La metodologia di insegnamento predilige una metodologia attiva: lezioni frontali, esercitazioni d’aula e relative discussioni, lavori di gruppo e verifica finale.

Note