it-ITen-GB

Corso di formazione - Rischi e affidabilità

Analisi di rischio quantitativa - Parte I: dall’analisi storica alla selezione degli scenari

Durata 3 giorni  -  Novembre 2016

La problematica dei rischi di incidente rilevante, connessi all’utilizzo di determinate sostanze pericolose, è oggetto di norme sempre più stringenti sia in ambito europeo (Direttiva “Seveso III”), che in ambito italiano (D.Lgs.105/15).

L’analisi di rischio quantitativa (Quantitative Risk Assessment – QRA) è una tecnica strutturata per identificare e quantificare i rischi derivanti dalla presenza in uno stabilimento di sostanze e processi pericolosi, in grado di generare rischi per la sicurezza degli operatori, della popolazione, dell'ambiente e dei beni.

La QRA rappresenta un elemento essenziale per lo sviluppo del Rapporto di Sicurezza, che costituisce uno degli adempimenti fondamentali della normativa in materia di rischi di incidente rilevante.

Il corso, articolato in due parti, è indirizzato a fornire i principi della QRA, attraverso l’illustrazione di strumenti e metodologie specifiche per l’identificazione dei potenziali incidenti rilevanti, delle loro frequenze e conseguenze.

Destinatari

Responsabili di impianti, Responsabili della Manutenzione, Responsabili e addetti al servizio HSE aziendale, Project Managers e Project Engineers, Ingegneri di processo ed altri specialisti, Consulenti HSE.

Obiettivi

Acquisire le conoscenze e le competenze necessarie per contribuire allo sviluppo di una analisi di rischio quantitativa nell’ambito di un Rapporto di Sicurezza. Con la presentazione di casi studio sarà possibile verificare l’applicazione delle tecniche e metodologie di riferimento.

Docenti

Personale della ICARO Srl con comprovate esperienze nel campo dell'analisi di rischio, metodo ad indici, classificazione ed etichettatura di sostanze pericolose, elaborazione di rapporti di sicurezza. Partecipazione di rappresentanti degli Organi di Controllo.

Durata

Personale della ICARO Srl con comprovate esperienze nel campo dell'analisi di rischio, metodo ad indici, classificazione ed etichettatura di sostanze pericolose, elaborazione di rapporti di sicurezza. Partecipazione di rappresentanti degli Organi di Controllo.

Data e luogo di svolgimento

Novembre 2016 - Cortona (AR).

Note
E’ ammessa la sostituzione del partecipante.

Dettaglio dei contenuti

PRIMO MODULO: DALLA ANALISI STORICA ALLA SELEZIONE DEGLI SCENARI

4 ore - Sostanze pericolose e classificazione

  • Principali proprietà chimico fisiche e tossicologiche delle sostanze
  • Criteri per la classificazione delle sostanze pericolose e dei preparati -Schede di sicurezza ed etichettatura
  • Strumenti e banche dati di riferimento
  • Calcolo dei quantitativi e Verifica degli adempimenti stabiliti dalla normativa tecnica (D. Lgs. 334/99 e D. Lgs. 238/05)
  • Cenni al REACh

Esercitazione: Applicazione dei criteri di classificazione delle sostanze / preparati pericolosi caso reale

4 ore - Identificazione preliminare dei rischi mediante il Metodo ad indici

  • Definizione ed indici di rischio -Suddivisione degli impianti in unità logiche
  • Descrizione delle penalità e delle compensazioni applicabili a ciascuna unità logica
  • Classificazione delle unità in base all'indice di rischio

Esercitazione: Applicazione del Metodo ad Indici ad un caso reale

8 ore - Tecniche di identificazione degli eventi incidentali

  • Analisi storica -Panoramica dei principali eventi storici registrati con analisi delle cause e delle conseguenze
  • Banche dati per la consultazione degli eventi incidentali
  • Tecniche di analisi di processo
  • Utilizzo di check list specifiche -Analisi di operabilità (HAZOP): principali operatori e tecniche di applicazione
  • Cenni sulle Tecniche FMEA e FMECA (descrizione delle metodologie)

Esercitazione: Applicazione dell'HAZOP ad un caso reale

2 ore - Cenni sulla Teoria dell’affidabilità

  • Teoria degli insiemi
  • Operazioni mediante l'algebra Booleana
  • Calcolo della probabilità
  • Principali operatori e funzioni (rateo di guasto, affidabilità, disponibilità)
  • Comportamento dei componenti di un sistema

Esercitazione: Applicazione dell’analisi ad un caso reale

2 ore - Ratei di guasto

  • Principali banche dati di riferimento
  • Selezione dei ratei di guasti -Influenza del sistema di gestione della sicurezza sui ratei di guasto
  • Cenni su API RB581

 2 ore - Influenza dell'errore umano e sua valutazione

  • Identificazione e classificazione dei principali errori umani
  • Stima delle probabilità degli errori umani
  • Influenza dell'organizzazione e dei sistemi di gestione nell'errore umano
  • Tecniche per la riduzione della probabilità di errore umano

6 ore - Albero dei guasti

  • Definizione dei principali operatori logici
  • Regole per la costruzione di un albero dei guasti
  • Selezione dei ratei di guasto
  • Calcolo della indisponibilità e del numero atteso di guasti
  • Identificazione delle cause comuni di guasto
  • Utilizzo del software per lo sviluppo di Alberi di Guasto

Esercitazione: Sviluppo completo di un albero dei guasti per un caso reale (a partire dagli esiti dell'analisi di operabilità)