it-ITen-GB

Giornata di approfondimento - Rischi e Affidabilità/Tutela Ambientale

Gli effetti dei cambiamenti climatici sulla gestione del rischio NATECH ai fini del rispetto delle normative inerenti:

LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI

(D. LGS. 105/2015 E SMI NORMATIVA SEVESO)

LA TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI

(D. LGS. 81/08 E SMI)

Durata 1 giorno  -  13 Giugno 2017

Gli effetti dei cambiamenti climatici provocano disastri a cui è difficile porre rimedio “adesso”, nonostante in questi ultimi anni la normativa nazionale in materia di costruzioni e di verifiche sismiche ha subito un’evoluzione continua dal primo atto del 1974 ad oggi (Ordinanze, DPCM e DM, tutti raccolti poi nel DM 14/01/2008), la difficoltà di gestire questa tipologia di rischi è sempre maggiore soprattutto a livello industriale. Le recenti Norme Tecniche di settore rendono sempre più complesso ed oneroso il rispetto di tali normative da parte di Gestori (D.Lgs. 105/2015 e smi) e Datori di lavoro (D. Lgs. 81/08 e smi).

Alcuni passaggi di tali norme:

“… eventi che possono avere un ruolo nell’innescare scenari incidentali con cause interne o esterne all’impianto… Obbligo di effettuare le verifiche degli edifici/strutture di interesse rilevante  per gli Impianti rientranti nel campo di applicazione “SEVESO” (Strutture il cui collasso può comportare gravi conseguenze in termini di danni ambientali... - DPCM 21/10/2003, Allegato 1, Elenco B) e delle opere infrastrutturali rilevanti per le conseguenze di un eventuale collasso” (questi obblighi si applicano indistintamente a Stabilimenti sia di soglia superiore che inferiore).

Il Testo Unico sulla Salute e Sicurezza dei lavoratori, agli artt. 17 e 28 del D.Lgs. 81/08, impone al Datore di lavoro la valutazione di tutti i rischi. Il Ministero del Lavoro, con comunicato del 6 giugno 2012, ha richiamato esplicitamente l’obbligo dei Datori di Lavoro di garantire, per quanto tecnicamente possibile, la solidità dei luoghi di lavoro anche in relazione ad un potenziale evento sismico o a fenomeni meteoclimatici avversi di portata eccezionale. Occorre pertanto integrare opportunamente il DVR ed il Piano di Emergenza ed Evacuazione.

Per entrambe le normative non si esclude la necessità di effettuare la valutazione di sicurezza ai sensi delle NTC con un’apposita relazione, che tenga conto di monitoraggi e verifiche geognostiche e strutturali di impianti ed edifici.

ICARO, sempre attenta alle necessità delle propria Committenza e alle richieste degli Enti di controllo, ha elaborato proprie linee guida per supportare ed assistere Gestori e Datori di Lavoro a rispondere agli obblighi normativi in materia di gestione del rischio NaTech (con particolare riferimento alla vulnerabilità sismica). Al fine di dare una completa assistenza in questo delicato quanto complesso settore, ha stretto una solida collaborazione con TEKNE Srl, società con pluriennale esperienza nel campo Geognostico, Geotecnico e nelle verifiche Strutturali.

Obiettivi

Il seminario, avvalendosi anche della presenza di Esperti provenienti da Enti di controllo ed Istituzioni, ha come principali obiettivi l’analisi approfondita della normativa, le azioni da intraprendere a cura di Gestori e Datori di lavoro inerenti gli obblighi a cui sono soggetti nella gestione del rischio NaTech.

Articolazione

La giornata sarà così articolata:

  • Inquadramento del fenomeno Sismico in Italia
  • Impianti ed infrastrutture, cosa cambia in relazione alla nuove norme Tecniche
  • Obblighi normativi per Gestori e Datori di lavoro nell’ambito della:
    • valutazione e gestione del rischio sismico,
    • verifica di vulnerabilità sismica degli edifici e delle strutture.
  • Metodologie di valutazione del rischio sismico nell’ambito delle prevenzione degli incidenti rilevanti e della tutela della salute e sicurezza dei lavoratori.
  • Riduzione della vulnerabilità di impianti, elementi non strutturali ed arredi.

Destinatari

Gestori, Datori di lavoro, HSE manager, RSPP, Consulenti, Responsabili di aziende e di Enti di controllo, analisti di rischio.

Relatori

Oltre agli esperti della ICARO, saranno presenti:

  • Dr. Francesco Astorri esperto ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale
  • Ing. Cosetta Mazzini - ARPA Emilia
  • Ing. Francesco Geri - Presidenza Consiglio dei Ministri DPC - Ufficio RIA
  • Ing. Salvatore Menta – Tekne Srl

CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DEL DIVULGATORE SCIENTIFICO DR. MARIO TOZZI

Sede e durata

Il seminario si terrà a Cortona (AR).
Il seminario avrà inizio alle ore 9,00 e terminerà alle ore 17,00 di giovedì 13 Giugno 2017.

Note: La partecipazione al seminario è gratuita.

L'iscrizione è obbligatoria. E’ ammessa la sostituzione del partecipante.